“Penso che la geometria sia l’ordine e la pulizia delle cose, del pensiero e più in generale della vita stessa. Di conseguenza la semplificazione delle forme e la riduzione dei componenti sono alla base della mia pittura, la cui tavolozza, spesso monocromatica, è una continua ricerca della materia e dell’interazione della luce sulla stessa.”

Forse il problema sta proprio nel fatto che perseveriamo nel chiamarli “quadri”. A ben guardarli sono molto di più. La loro anima non si legge attraverso le pennellate, assolutamente assenti o comunque invisibili; l’essenza di queste opere, la parte più genuina, libera dallo scandire geometrico, sta integralmente nella scelta polimaterica di cui esse sono fatte.
Alice Ginaldi

Le opere rappresentate nella gallery sono solo alcune di quelle disponibili nell’Atelier

Per visionare le opere e per gli acquisti contattaci per un appuntamento.